Jumelage Panathlon Club San Marino et de Grenoble Alpes

24 octobre : Bernard Thévenet, Président du Panathlon International de Grenoble Alpes, et Leo Achilli, celui de Saint Marin, signaient le 24 octobre 2014 un protocole de jumelage au Consulat de St Marin à Grenoble en présence de Eliane Rastelli, Consul de St Marin, et de René Rastelli, Président d’Honneur de l’Association. Entourés des membres du Panathlon, amis et d’une délégation Saint Marinaise, les deux présidents scellaient ainsi l’engagement de répondre aux objectifs du Panathlon International : favoriser l’amitié entre tous les Panathloniens et toutes personnes qui œuvrent pour le sport, et en renforçant les idéaux et principes panathlétiques à travers un lien plus étroit dans leurs relations et en construisant des projets en commun au sein de leurs activités.

La delegazione del Panathlon Club di San Marino era composta dal presidente Leo Achilli, del segretario Claudio Morganti, di Daniela Del Din, campione del mondo di Tiro a Volo, e di Carlo Canini accompaganta da altri membri. Si è recata a Grenoble per firmare nella sede del Consolato di San Marino , alla presenza del Console Eliane Rastelli il protocollo di Gemellaggio con il Panathlon club di Grenoble Alpes il cui Presidente è il famoso campione ciclista degli anni 80 Bernard Thevenet. Si è notata la presenza di numerosi membri del Panathlon di Grenoble Alpes ma anche da quello di Lione venuti assistere alla firma. La comunità sammarinese di Grenoble era rappresentata dal Presidente d’Onore René Rastelli.

Nell'apertura degli interventi il Console Rastelli ha salutato i presenti auspicandogli il benvenuto in “terra di San Marino”, ricordando lo storico dei contatti ed esprimendo il suo compiacimento per la firma di questo gemellaggio che dovrebbe permettere ai due Club di arricchirsi mutualmente.

Bernard Thévenet, era assistito dalla sig.ra Marie Claire Nepi, segretaria Generale del Panathlon Grenoble Alpes ha lui voluto per primo ringraziare il Console della sua ospitalità in questa sede e del suo costante impegno. Ha ricordato che i primi contatti hanno iniziato nel 2012, per poi nel 2013 proseguirsi con la venuta a San Marino di una delegazione in occasione delle cerimonie del 3 settembre ; delegazione cha rammenta ancora la leggendaria ospitalità sammarinese. Il Presidente Thevenet è convinto che questo gemellaggio, favorirà lo sviluppo dei valori panathletici.

Il Presidente Leo Achilli, ha anche lui condiviso le parole del Presidente Thevenet sul significato del gemellaggio e poi espresso la sua grande satisfazione di essere qui a Grenoble, il suo sentimento di orgoglio nutrito da diversi motivi : uno è quello di essere affianco ad un grande sportivo che è Bernard Thévenet accompagnato da moltissimi rappresentanti di grande federazioni tale il calcio francese e il rugby. Ha detto che nella parte francese del suo viaggio per venire fino a Grenoble ha visto i cartelli stradali dei famosi colli (del Galibier, della Madeleine...) che Thévenet ha salito con gran successo nella sua carriera di ciclista professionale ed è molto ammirativo, il secondo è di venire in questa provincia dove moltissimi dei suoi connazionali hanno emigrato si sono integrati e hanno fatto crescere le loro famiglie e portato alto la bandiera sammarinese e sono stato accolti dagli amici francesi.

Il Presidente onorario René Rastelli, ha assistito durante l’intera giornata i gruppi. Per lui lo sport può essere un veicolo di avvicinamento fra i residenti e i non residenti e ha ribadito la sua disponibilità per accompagnare i sportivi sammarinesi dell'interno che si spostano nella provincia dell'Isère se hanno bisogno. Ha ricordato anche il suo ruolo di “trait-d'union“, in collaborazione con il consolato, fra i giovani sammarinesi che risiedono in Francia e che praticano un sport al livello inter provinciale, nazionale, e le federazioni dello stesso sport Sammarinese per vedere se questi giovani possono integrare un giorno la nazionale, e le federazioni si sono sempre interessate a queste richieste, purtroppo per ora non molto hanno gareggiato con la maglia bianca azzurra per diversi motivi ma non dovuti a San Marino.

La delegazione ha potuto durante il suo soggiorno visitare il centro storico di Grenoble ed ha apprezzato l'invito fatto dal Panathlon di Grenoble ad assistere a una serata dei 3 giorni ciclisti sulla pista del velodromo di Grenoble.

Photos Jean-Claude Liprandi